Il Maitreya Rael conferisce il titolo di Guida Onoraria a quelli uomini e quelle donne che non sono raeliani ma che, come loro, dedicano la propria vita a cambiare il mondo
cercando di sopprimere la violenza, denunciando le ingiustizie, distruggendo i tabù legati a un dio e promuovendo i diritti umani.

1. Madonna

È stata nominata Guida Onoraria il 24 aprile 1991 per il suo ruolo nel promuovere il risveglio sessuale, come nel videoclip della sua canzone “Like a Prayer”. Il suo video musicale “Like a Prayer“  

2. Sinead O’Connor

È stata nominata Guida Onoraria il 9 marzo 1992 dopo aver strappato una foto del Papa in diretta televisiva, per protestare contro il ruolo della Chiesa cattolica nel coprire l’abuso di bambini da parte dei preti. La canzone “Wari” di Bob Marley eseguita da Sinead O’Connor alla SNL

3. Michael Jackson

È stato nominato Guida Onoraria nel 1992 per le sue canzoni a favore della pace e contro il razzismo, in particolare “Heal the World”, “Who’s Bad?” e “Black or White”. Nel 1992, Jackson ha istituito la fondazione “Heal the World”, il cui scopo è quello di promuovere in tutto il mondo lo sviluppo sicuro e sano dei bambini. La fondazione mira anche a sensibilizzare il mondo sui diritti e sui bisogni dei bambini, e a migliorare l’umanità eliminando violenza e malattie. Il video musicale “Heal The World“

4. George Michael

È stato nominato Guida Onoraria l’8 luglio 2002 per il suo videoclip “Shoot the Dog”, che biasimava il presidente americano George Bush e il primo ministro britannico Tony Blair per la loro decisione di attaccare l’Iraq. Il video ritraeva Blair come un cane al guinzaglio di Bush, e alcune stazioni televisive britanniche hanno censurato questo videoclip a causa della sua natura scioccante. Michael si è sempre e fortemente opposto alla guerra in Iraq. Il video musicale “Shoot the Dog“

5. Lauryn Hill

È stata nominata Guida Onoraria il 16 dicembre 2003. Durante un concerto di Natale in Vaticano, ha criticato duramente la Chiesa cattolica, accusandola di corrompere e abusare di bambini. Alludeva ai molti casi di abusi sessuali su bambini da parte di sacerdoti statunitensi e chiedeva loro di pentirsi. È stata in seguito censurata in occasione della trasmissione televisiva del concerto della vigilia di Natale in Vaticano. Per giustificare la sua assenza, dissero che i suoi documenti non erano in regola, ma i documenti dovevano essere compilati prima della registrazione all’evento. La ragione più probabile per cui la Hill è stata censurata? Perché aveva aspramente criticato la Chiesa cattolica.

6. Alexandre Grangeiro

È stato nominato Guida Onoraria il 20 febbraio 2004. Mentre era a capo del programma del Ministero della Salute brasiliano per la lotta contro l’AIDS, ha condannato pubblicamente la Chiesa cattolica per aver ingiustamente affermato che i preservativi non offrono protezione e per aver commesso in tal modo un altro crimine contro l’umanità.

7. Ramsey Clark

È stato nominato Guida Onoraria il 4 marzo 2004 per la sua lettera aperta, datata 29 gennaio 2004, indirizzata al Segretario Generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan È possibile visualizzare la lettera sul sito www.iacenter.org/rc_un0104.htm).Come ex procuratore generale americano presso il Dipartimento di Giustizia, Ramsey Clark prese una ferma posizione contro le violente e illegali politiche di George W. Bush, in particolare contro l’invasione dell’Afghanistan e dell’Iraq, in cui furono uccise 40.000 persone indifese. Clark paragonò Bush a Göring, e denunciò l’accumulo e lo sviluppo di nuove armi nucleari da parte degli Stati Uniti, quando lo stesso diritto viene negato ad altri Paesi. Ha anche denunciato la violazione dei trattati di denuclearizzazione firmati dal governo degli Stati Uniti e la morte di 567.000 bambini iracheni causati da 12 anni di sanzioni economiche, imposte dalle Nazioni Unite dopo che gli Stati Uniti ne fecero richiesta.

8. Michael Moore

È stato nominato Guida Onoraria il 21 aprile 2004. Il suo documentario del 2002 “Bowling for Columbine” descriveva l’aumento della violenza e della paura in un’America impazzita per il possesso di armi, ed esplorava i comportamenti conseguenti a questo ambiente culturale negativo. Da allora ha realizzato altri controversi e stimolanti documentari, caratterizzati da un’incessante ricerca della verità sostenuta da fatti duri e impopolari.

9. Linda Ronstadt

È stata nominata Guida Onoraria il 22 luglio 2004 in seguito al suo costante sostegno al regista Michael Moore e alle sue vedute liberali. Pochi giorni prima della sua nomina, le fu negata la possibilità di esibirsi all’Aladdin Casino di Las Vegas, dopo che aveva dedicato la canzone “Desperado” a Moore e chiesto al pubblico di vedere il suo ultimo film “Fahrenheit 9/11”. Nella sua dedica, la Ronstadt descrisse Moore come “un patriota che diffonde la verità”. La sua dedica fece arrabbiare molti tra il pubblico, che rovesciarono deliberatamente bevande, strapparono manifesti e chiesero il rimborso del biglietto. Secondo un portavoce dell’Aladdin, circa il 25% delle oltre 4.500 persone presenti si alzò e se ne andò prima che lo spettacolo fosse finito.

10. Bill Gates

È stato nominato Guida Onoraria il 26 luglio 2004. Fondatore di Microsoft, uno degli uomini più ricchi del mondo e filantropo a livello mondiale, Gates ha deciso nel 2004 di donare altri 3 miliardi di dollari a enti di beneficenza che promuovono una maggiore uguaglianza nel campo della salute e dell’educazione globale. Nel dichiararlo Guida Onoraria, Rael ha affermato che Gates è “molto più santo di una Madre Teresa, visto che non spende il 90% dei fondi donati nel tentativo di convertire a una diversa fede religiosa coloro che egli aiuta, come invece fece lei”. Affermando che l’istruzione e le misure sanitarie di base dovrebbero essere un diritto di tutti, Rael ha sottolineato che Gates stava fornendo un esempio di generosità e compassione, senza alcun obbligo di convertirsi a una diversa religione.

11. Hugh Hefner

È stato nominato Guida Onoraria nell’ottobre del 2004 per i traguardi raggiunti nell’ambito della distruzione dei tabù sessuali. Nell’ottobre del 2004, il magnate di Playboy pubblicò sulla sua rivista anche un’approfondimento sul tema del raelismo, insieme alle foto di alcune affascinanti donne raeliane.    

12. Hugo Chavez

È stato nominato Guida Onoraria nell’ottobre del 2004 per il suo sostegno a coloro che denunciano gli orribili genocidi e gli altri crimini commessi dagli europei durante la colonizzazione delle Americhe. Non ha lesinato critiche nei confronti della tradizionale festa americana del “Columbus Day”, dichiarando che d’ora in poi avrebbe dovuto chiamarsi “Indian Resistance Day” (Giornata della resistenza indiana) in onore degli abitanti indigeni.

13. Eminem

È stato nominato Guida Onoraria il 29 novembre 2004 per la sua canzone contro la guerra “Mosh”. Il video mostra che le paure create dai governi, imposte a livello locale o nazionale, sono molto efficaci nel manipolare le persone. Il video musicale “Mosh“

14. Thaksin Shinawatra

Ex primo ministro della Thailandia, è stato nominato Guida Onoraria il 13 dicembre 2004 per aver reagito alla violenza in modo creativo e pacifico. Per aiutare ad arginare la violenza in una regione meridionale della Thailandia dominata dai musulmani, ha ordinato ad aerei militari di lanciare migliaia di “bombe di pace” di carta, che contenevano promesse di istruzione e di impiego.

15. Leon Ferrari

È stato nominato Guida Onoraria il 10 gennaio 2005 per la sua opera più famosa, “Laza civiliciàn occidental y Cristiana” (La civiltà occidentale e cristiana, 1965), in cui Cristo è mostrato crocifisso su un aereo da guerra americano come simbolo di protesta contro la guerra del Vietnam. Ferrari ha anche creato opere ritenute offensive dalla Chiesa cattolica, e una delle sue esposizioni fu costretta a chiudere a Buenos Aires dopo che un prete cattolico ottenne un ordine esecutivo del tribunale. La sua opera d’arte “La civiltà occiidentale e cristiana“,1965  

16. Michael Newdow

È stato nominato Guida Onoraria il 17 gennaio 2005 per il suo impegno nel cercare di far rimuovere ogni riferimento a Dio dagli affari pubblici negli Stati Uniti. (Visita il suo sito Web. È un avvocato e un medico che risiede in California. www.restorethepledge.com)

17. Ward Churchill

È stato nominato Guida Onoraria il 10 febbraio 2005 per il suo saggio contro la guerra “Satya”, che molti americani hanno considerato “insensibile” o “antipatriottico”. Churchill ha sottolineato che i 3 milioni di persone uccise nella guerra in Indocina e coloro che sono morti nelle invasioni statunitensi di Grenada e Panama sono stati vittime di inconcepibili decisioni governative. Inoltre, ha affermato che le popolazioni indigene sono ancora oggi soggette a politiche di genocidio. È professore presso la Colorado University.

18. Rosie O’Donnell

È stata nominata Guida Onoraria il 15 luglio 2005 per il suo incrollabile sostegno ai diritti umani. Ha applaudito la decisione del Canada di riconoscere i diritti dei gay e ha condannato gli Stati Uniti per essersi rifiutati di concedere agli omosessuali il diritto di sposarsi.

19. Nicholas Negroponte

È stato nominato Guida Onoraria il 10 ottobre 2005. Rael ha inviato le sue congratulazioni personali a Nicholas Negroponte e lo ha nominato Guida Onoraria per il suoi progressi nell’istruzione dei Paesi poveri. Impegnato a fornire ai bambini di tutto il mondo i mezzi per utilizzare i vantaggi educativi e comunicativi di Internet, Negroponte attualmente presiede la One Laptop Per Child, un’organizzazione no profit che fornisce computer economici (meno di 100$) destinati a bambini nei Paesi poveri.

20. Michel Houellebecq

È stato nominato Guida Onoraria il 7 ottobre 2005 per: 1) aver scritto un romanzo (il suo titolo è “La possibilità di un’isola”) che descrive un movimento religioso ispirato al Movimento Raeliano; 2) la sua integrità e onestà esemplare quando si discute pubblicamente del Movimento Raeliano; 3) per aver generato uno straordinario interesse mediatico a livello mondiale nei confronti del Raelismo. Houellebecq ha detto di essere orgoglioso della sua nomina a Guida Onoraria, soprattutto perché è stato il primo e all’epoca il solo cittadino francese a ricevere questa onorificenza.    

21. Cindy Sheehan

È stat nominata Guida Onoraria l’8 novembre 2005 per aver promosso la pace e la non violenza. Il figlio della Sheehan, Casey, venne ucciso mentre era in servizio in Iraq. Alla fine della guerra, dopo la sua morte, lei chiese una spiegazione sulle ragioni di questa guerra al presidente George Bush, portando avanti una campagna incessante a questo scopo. Istituendo un campo permanente alle porte del suo ranch, a Crawford, per protestare pubblicamente contro la guerra e le morti insensate che ha portato, ha ridato energia al movimento per la pace negli Stati Uniti per un’ulteriore generazione.

22. Brian Haw

È stato nominato Guida Onoraria il 14 gennaio 2006. Brian Haw ha trascorso 4 anni e mezzo accampato fuori dal Parlamento di Londra per attirare l’attenzione sulla situazione dei bambini iracheni. Arrestato dopo che era stata approvata una legge che proibiva comizi liberi e spontanei entro un raggio di un chilometro dalla Camera dei Comuni, Brian Haw disse alla polizia: “Non sto violando la pace. Sto combattendo per essa”. Venne rilasciato quasi immediatamente: sebbene il suo sacco a pelo fosse a breve distanza dalla camera da letto del Primo Ministro, era accampato lì da prima che la legge entrasse in vigore. I giudici dell’Alta Corte hanno dichiarato che la sentenza non era applicabile al suo caso. Tuttavia, anche se la polizia continuava a molestarlo, Haw tornò nella Piazza del Parlamento e istituì un campo di pace. Ha vegliato lì dal giugno del 2001. Il suo video di protesta per la pace

23. William Blum

È stato nominato Guida Onoraria il 25 gennaio 2006. Autore americano e critico della politica degli Stati Uniti, Blum ha scritto molti libri, incluso “Rogue State: a guide to the world’s only superpower” (Lo Stato canaglia: una guida per l’unica superpotenza del mondo), che è diventato un bestseller dopo che Osama Bin Laden ha detto in un messaggio video che tutti gli americani dovrebbero leggerlo. Ex impiegato del Dipartimento di Stato, Blum ha iniziato la sua carriera di attivista nel 1969, quando svelò i nomi e gli indirizzi di 212 funzionari della CIA, e da allora ha scritto numerosi libri e si è impegnato per smascherare la corruzione del governo.

24. Ayaan Hirsi Ali

È stata nominata Guida Onoraria il 6 febbraio 2006. Questa femminista, scrittrice e politica olandese nata in Somalia, ha lasciato il suo Paese natale a 22 anni per fuggire da un matrimonio combinato e ha trovato rifugio in Olanda, dove in seguito è stata eletta deputato. Forte sostenitrice della libertà delle donne musulmane, è diventata un bersaglio degli estremisti islamici. Theo Van Gogh, regista di “Soumission”, un film critico nei confronti del trattamento delle donne nella società islamica, è stato assassinato da un gruppo estremista nel novembre 2004 e le autorità olandesi hanno confermato che anche Hirsi Ali, che ne ha scritto la sceneggiatura, è in pericolo di vita.

25. Wafa Sultan

È stata nominata Guida Onoraria il 20 marzo 2006 per aver preso una decisa posizione nei confronti degli aspetti negativi del fondamentalismo musulmano. È una psicologa arabo-americana che vive a Los Angeles. In un’intervista trasmessa da Al-Jazeera TV il 21 febbraio 2006, ha detto che il principale conflitto di oggi non è lo scontro di civiltà, ma lo scontro tra la mentalità del Medioevo e quella del 21° secolo.

26. Michel Onfray

È stato nominato Guida Onoraria il 20 marzo 2006. Il lavoro di questo filosofo e scrittore francese è molto vicino alla filosofia raeliana.

27. Michael Berg

È stato nominato Guida Onoraria il 9 giugno 2006 per la sua ammirevole reazione all’esecuzione di Abu Musab al-Arqawi da parte dell’esercito americano. Anche se suo figlio era stato decapitato da quest’uomo, Berg prese posizione contro la vendetta e affermò che ogni atto di violenza porta ulteriore violenza, creando un mortale e infinito circolo vizioso. Berg pratica l’assoluta non-violenza predicata da Gandhi, l’unico valore che può salvare il mondo.

28. Warren Buffett

È stato nominato Guida Onoraria il 30 giugno 2006 per la sua eccezionale generosità e compassione. Investitore americano e uno degli uomini più ricchi del mondo, nel giugno 2006 Buffett ha annunciato di aver deciso di devolvere l’85 percento della sua vasta ricchezza a beneficio dell’umanità. La “Bill & Melinda Gates Foundation” e altre fondazioni hanno iniziato a destinare i suoi fondi a diversi progetti educativi e umanitari in tutto il mondo.

29. Re Jigme Singye Wangchuck

È stato nominato Guida Onoraria il 10 agosto 2006 per la saggezza nel governare, ispirato da un desiderio di pace e amore verso tutta l’umanità. Rael ha particolarmente apprezzato l’importanza che il re ha attribuito alla “Felicità Nazionale Lorda”, prioritaria rispetto alla crescita economica. Ha anche elogiato la sua decisione di rendere il regno del Bhutan la prima nazione libera dal fumo di sigaretta, l’intenzione di proteggere il Paese dall’inquinamento culturale derivante dall’eccessivo turismo, la volontà di rinunciare al suo potere di sovrano supremo e di istituire procedure democratiche. Grazie soprattutto ai suoi sforzi, il Paese è ora una monarchia costituzionale invece di una monarchia assoluta. Venerato dal suo popolo, ha mantenuto il potere dopo votazioni democratiche, per poi abdicare a favore del suo figlio maggiore alla fine del 2006.

30. Dott. John Sanford

È stato nominato Guida Onoraria il 21 agosto 2006 per la sua brillante e coraggiosa esposizione dei difetti nella premessa evolutiva. Nel suo libro “L’entropia genetica e il mistero del genoma “, Sanford ha illustrato che il fondamento stesso della teoria dell’evoluzione, l’assioma primario, è falso. Oltre a presentare prove convincenti che interi genomi non possono evolversi verso forme più complesse, ha presentato prove convincenti che i genomi più complessi in realtà possono soltanto degenerare con il tempo. Un numero crescente di scienziati, tra cui il Dott. Sanford, sta coraggiosamente contrastando le opinioni di quegli “alti sacerdoti della comunità scientifica” che continuano a promuovere l’evoluzione come una realtà incontestabile, nonostante esistano prove schiaccianti contro di essa. Il suo libro “Genetic Entropy and the Mystery of the Genome“

31. Arcivescovo Emmanuel Milingo

È stato nominato Guida Onoraria il 7 novembre 2006. Questo arcivescovo zambiano si è prefissato lo scopo di cercare un cambiamento nella politica vaticana a lungo termine. Se fosse riuscito a convincere i suoi superiori che ai sacerdoti dovrebbe essere permesso sposarsi, avrebbe potuto salvare molti bambini innocenti da abusi sessuali. Invece, è stato scomunicato dalla Chiesa cattolica per aver ordinato uomini sposati. L’esistenza ampiamente pubblicizzata di numerosi preti pedofili all’interno della Chiesa cattolica parla da sola, e l’unico modo per affrontarla è consentire ai sacerdoti di vivere una normale vita sessuale.

32. Jose Ramos Hortas

È stato nominato Guida Onoraria il 29 dicembre 2006 per il suo messaggio indirizzato a Osama Bin Laden, andato in onda sei giorni prima alla BBC. Il messaggio incoraggiava il leader di Al Qaeda a estendere l’amore e la compassione, che mostra per i suoi fratelli e sorelle musulmani, a tutti gli esseri umani del mondo. È primo ministro di Timor Est.

33. Tali Fahima

È stata nominata Guida Onoraria il 4 gennaio 2007. Quest’attivista pacifista israeliana ha scontato due terzi di una condanna a tre anni di carcere per aver aiutato un militante palestinese. “Sono stata educata a considerare gli Arabi come delle persone che non dovrebbero esistere”, ha dichiarato a Hair, un settimanale di Tel Aviv. “Un giorno, ho capito che c’erano molte lacune nelle informazioni in mio possesso, cose che non sono riportate dai media. Mi sono resa conto che si tratta di esseri umani e che dobbiamo sentirci responsabili per ciò che essi stanno vivendo”.

34. Eyal Sivan

È stato nominato Guida Onoraria il 20 febbraio 2007. Sivan ha diretto “Route 181: Fragments of a Journey in Israel-Palestine”, un film nel quale descrive la frattura tra il paesaggio fisico e quello degli uomini che lo abitano. Ha in particolare ha messo in evidenza il profondo odio razziale che gli israeliani nutrono nei confronti dei palestinesi. Il suo film “Route 181: Fragments of a Journey in Israel-Palestine“

35. Sean Penn

La star di “Mystic River” e vincitore di un premio Oscar (è stato anche candidato all’Oscar per “I Am Sam” e “Dead Man Walking”) è stata nominata Guida Onoraria il 4 aprile 2007. Rael ha sottolineato la ferma posizione di Penn a favore della pace e i modi unici con cui ha ricordato alle persone che una singola vita umana è sempre preziosa, che si tratti di un individuo degli Stati Uniti, dell’Iraq, dell’Iran o di qualsiasi altra nazione.

36. Lo sceicco Mohammed

È stato nominato Guida Onoraria il 26 maggio 2007. Bin Rashid Al-Maktoum, in qualità di sovrano di Dubai, ha stanziato 10 miliardi di dollari per un fondo educativo in Medio Oriente, dove il 40% delle donne non ha accesso all’istruzione.

37. Jimmy Carter

È stato nominato Guida Onoraria l’11 ottobre 2007 per la sua coraggiosa decisione di “mettere la verità davanti al nazionalismo politicamente corretto”.

38. Tiken Jah Fakoli

È stato nominato Guida Onoraria il 28 dicembre 2007. Questa celebrità della Costa d’Avorio ha scritto la canzone “No all’escissione” per protestare contro la barbara tradizione delle mutilazioni genitali femminili. Ha anche affermato il proprio impegno a promuovere l’unità africana, la pace e il perdono. Il suo video musicale “No all’escissione“

39. Daniel Barenboim

È stato nominato Guida Onoraria il 17 gennaio 2008 per aver promosso la pace in Medio Oriente e sostenuto i diritti palestinesi. È un celebre direttore d’orchestra e pianista israeliano.

40. Vincent Kragbe Gadou

È stato nominato Guida Onoraria il 19 settembre 2008. Rael lo ha elogiato per il suo straordinario coinvolgimento nella creazione di questa zona di libero scambio e per aver promosso la cooperazione con i cosiddetti Paesi emergenti di Cina, India e Brasile. È presidente della zona di libero scambio in biotecnologie e tecnologie dell’informazione in Costa d’Avorio.

41. Noam Chomsky

È stato nominato Guida Onoraria il 30 settembre 2008 per le lodevoli azioni compiute nella direzione della comprensione e della pace. È un linguista, filosofo, scienziato cognitivo, attivista politico, autore e docente americano.

42. Jacque Fresco

È stato nominato Guida Onoraria il 23 ottobre 2008 per il profondo impegno profuso durante la sua vita a indagare il comportamento umano e il futuro dell’umanità. È un rinomato futurista, scienziato autodidatta, architetto e inventore. La sua videointervista rilasciata alla BBC

43. Gilad Atzmon

È stato nominato Guida Onoraria il 22 marzo 2009 dopo che Rael ha letto il suo saggio “War on Terror Within: The End of Jewish History”. È un musicista jazz britannico di origine israeliana, autore e attivista antisionista. https://www.informationclearinghouse.info/article22259.htm

44. Christine Rabette

È stata nominata Guida Onoraria il 12 maggio 2009 per il suo cortometraggio ”Merci”. Il film parla di quanto ridere sia contagioso. Il suo film “Merci“  

45. Tsvi Misinai

È stato nominato Guida Onoraria il 6 agosto 2009 (64 d.H.) per le sue potenti azioni volte a dimostrare che i palestinesi sono ebrei convertiti all’Islam. È un rinomato pioniere israeliano dell’industria del software.

46. Patch Adams

È stato nominato Guida Onoraria il 10 maggio 2010 alla luce dei suoi sforzi per portare più compassione, amore e giustizia sul nostro pianeta. Medico e attivista sociale, ha creato l’istituto Gesundheit, una scuola e una clinica dove viene praticata la medicina alternativa. La sua videointervista  

47. Georges Soros

È stato nominato Guida Onoraria l’8 settembre 2010 per le sue azioni di promozione e difesa dei diritti umani. In veste di miliardario, è noto per il suo lavoro nel campo della speculazione valutaria e delle attività filantropiche.

48. Timothy Berners-Lee

È stato nominato Guida Onoraria il 17 settembre 2010 per essere stato il principale inventore di Internet e del World Wide Web, e per aver sostenuto l’accesso gratuito a Internet per tutta l’umanità.

49. Peter Tatchell

È stato nominato Guida Onoraria il 21 settembre 2010 per le sue campagne a favore dei diritti umani, della democrazia e della giustizia globale a partire dal 1967. È co-fondatore dell’organizzazione per i diritti gay Outrage e membro di sinistra del Partito Verde del Regno Unito.

50. Yoav Shamir

È stato nominato Guida Onoraria il 30 settembre 2010 per il suo controverso punto di vista sulle politiche israeliane nei suoi documentari ”Check Point” e ”Diffamazione”. Il suo documentario ”Check Point”  

51. Julian Assange

È stato nominato Guida Onoraria il 10 dicembre 2010 per aver dedicato la sua vita a creare un mondo migliore, rendendo pubbliche le manipolazioni dei governi sul suo sito di informazione Wikileaks.

52. Illan Pappe

È stato nominato Guida Onoraria il 26 febbraio 2011 per la sua visione della giustizia e le sue dichiarazioni sugli attuali leader di Israele, considerati come dei criminali per i molti e terribili atti compiuti contro il popolo palestinese.

53. Norman Finkelstein

È stato nominato Guida Onoraria il 7 marzo 2011 per le sue aspre e ben argomentate critiche contro lo Stato di Israele e il trattamento riservato da quest’ultimo al popolo palestinese.

54. Michael Bailey

È stato nominato Guida Onoraria l’11 marzo 2011 per i suoi sforzi nel realizzare una dimostrazione di “sex toys” nella sua classe. Tra gli scienziati, è meglio conosciuto per il suo lavoro sull’eziologia dell’orientamento sessuale, Ha anche scritto il libro “The Man Who Would Be Queen”, che ha suscitato forti reazioni e gli è valso la nomina a un premio, poi ritirato dalla Lambda Literary Foundation.

55. Gerald Kaufman

È stato nominato Guida Onoraria il 31 marzo 2011 per le sue opinioni sul conflitto israelo-palestinese. È membro del Movimento Laburista Ebraico, già Poale Sion, un gruppo filo-sionista affiliato al partito laburista in Gran Bretagna. È diventato uno dei principali critici delle politiche israeliane.

56. Amar Bose

È stato nominato Guida Onoraria il 21 maggio 2011 per le sue azioni filantropiche e per la sua recente donazione a favore del MIT (Massachusetts Institute of Technology, USA). Ha devoluto una parte significativa delle proprie ricchezze allo sviluppo della scienza e dell’istruzione, invece di lasciarla in eredità ai suoi figli.

57. Mordechai Vanunu

È stato nominato Guida Onoraria il 21 maggio 2011 per la lotta che sta conducendo da 25 anni a favore di un Medio Oriente senza nucleare. È il tecnico nucleare israeliano che, a rischio della propria vita, rivelò nel 1986 i piani nucleari segreti di Israele a un giornalista britannico.

58. Rais Bhuiyan

È stato nominato Guida Onoraria il 9 giugno 2011 per aver cercato di impedire che il suo aggressore fosse giustiziato. È a capo dell’organizzazione “World without Hate”. È un musulmano del Bangladesh che vive negli Stati Uniti. Il suo video “World Without Hate“

59. Louis Farrakhan

È stato nominato Guida Onoraria il 27 giugno 2011 per le sue controverse posizioni su diverse questioni sociali e politiche, incluso il suo discorso sulle guerre criminali che Stati Uniti e NATO hanno condotto in Libia e in Africa. Ha criticato Barack Obama e le sue politiche di guerra, che favoriscono gli interessi americani a discapito di tutte le altre nazioni sulla Terra. È il leader della Nation of Islam con sede a Chicago, Illinois. La sua intervista con Mike Wallace

60. John Richard Pilger

È stato nominato Guida Onoraria il 30 giugno 2011 per le sue aspre critiche alle politiche occidentali e la sua determinazione nel denunciare i fatti senza censure di alcun tipo.

61. Yoram Kaniuk

È stato nominato Guida Onoraria il 28 ottobre 2011 (66 d.H.) per aver pubblicamente e con determinazione apostatato dall’ebraismo, e per aver ispirato altri a seguire il suo esempio. È uno scrittore e i suoi libri sono tradotti in 25 lingue. Pittore e giornalista israeliano (vive a Tel Aviv), è sposato con una donna cristiana. Attualmente, si definisce appertenente a “nessuna religione”, come anche i suoi figli, ma viene considerato ebreo per nazionalità.

62. Bradley Manning

È stato nominato Guida Onoraria il 20 dicembre 2011 (66 d.H.) per aver rivelato gli sporchi segreti del governo degli Stati Uniti e i suoi spregevoli intenti contro l’umanità. È un giovane americano, militare graduato, accusato di aver fornito informazioni top-secret della difesa americana a Wikileaks. Alcuni lo vedono come un criminale, altri come un “campanello d’allarme”.

63. Jacob Zuma

È stato nominato Guida Onoraria il 23 dicembre 2011 (66 d.H.) per aver rimproverato al Cristianesimo di essere la causa per cui esistono gli orfani e le case per anziani. Jacob Zuma è presidente del Sudafrica dal 2009 e ha rilasciato questa dichiarazione in occasione del lancio della campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale e sulla criminalità. Nel suo discorso, egli affermò anche che gli africani, molto prima dell’arrivo della religione e del Vangelo, facevano le cose a modo loro.

64. Ronny Edry

È stato nominato Guida Onoraria il 7 marzo 2012 (66 d.H.) per essere stato, insieme alla moglie Michal Tamir, all’origine della campagna su Facebook “Noi vi amiamo”, rivolta a quelli che il loro governo considera i presunti “nemici iraniani”. “Sono dei Gandhi ebrei”, ha dichiarato Rael. Il video della sua campagna “Noi vi amiamo – Iran e Israele“

65. Michal Tamir

È stata nominata Guida Onoraria il 7 marzo 2012 (66 d.H.) per essere stata, insieme al marito Ronny Edry, all’origine della campagna su Facebook “Noi vi amiamo”, rivolta a quelli che il loro governo considera i presunti “nemici iraniani”, “Sono dei Gandhi ebrei”, ha dichiarato Rael.

66. Paul Ralph Ehrlich

È stato nominato Guida Onoraria il 28 aprile 2012 (66 d.H.) per i suoi sforzi volti a fermare la sovrappopolazione terrestre e anche per aver chiesto di ridurla drasticamente. Paul Ralph Ehrlich è un biologo, ecologista e demografo statunitense, meglio conosciuto per i suoi moniti sulla crescita della popolazione e sulla limitatezza delle risorse. Divenne celebre dopo la pubblicazione, nel 1968, del suo controverso libro “The Population Bomb”. Il suo libro “The Population Bomb“

67. Jacques Cohen

È stato nominato Guida Onoraria il 30 giugno 2012 (66 d.H.) per il suo lavoro e le sue dichiarazioni a favore della clonazione umana (vedi rael-science del 30 giugno 2012: i primi bambini geneticamente modificati nati nel mondo). Jacques Cohen è un embriologo olandese che vive a New York ed è attualmente direttore di Reprogenetics.

68. Miko Peled

È stato nominato Guida Onoraria il 7 agosto 2012 (66 d.H.) per la sua idea di voler trasformare il sistema dell’apartheid israeliano in una democrazia laica, abbattendo i muri di separazione e permettendo a israeliani e palestinesi di vivere come cittadini uguali. È conosciuto soprattutto per il suo libro “The Generals Son” e vive oggi in California, negli USA.

69. Salman Khan

È stato nominato Guida Onoraria l’8 agosto 2012 (66 d.H.) per aver creato il Khan Institue, una piattaforma di apprendimento online che gli ha permesso di ottenere il titolo internazionale di “educatore online più influente del mondo”. La sua missione è quella di fornire “un’istruzione gratuita e di livello mondiale a chiunque e dovunque”, consentendo agli studenti interessati di accedere a video di apprendimento su una vasta gamma di argomenti, dando loro la libertà di scegliere ciò che vogliono imparare, ogni volta che vogliono, da qualunque luogo si trovino. Vive in California, negli USA. Il suo video di presentazione su TED

70. Rafael Correa

È stato nominato Guida Onoraria il 13 settembre 2012 ( 67 d.H.) per aver concesso asilo politico a Julian Assange, il leader di Wikileak. Gli è stato assegnato questo titolo anche per il modo in cui difende la verità e la giustizia a livello nazionale e internazionale, soprattutto per il modo in cui resiste alla pressione economica che gli viene imposta prepotentemente dagli Stati Uniti e dai loro burattini.

71. Stephen Hawking

È stato nominato Guida Onoraria il 10 maggio 2013 (67 d.H.) per la sua decisione di disertare una conferenza del presidente israeliano e sostenere il boicottaggio accademico nei confronti di Israele, in merito all’occupazione della Palestina.

72. Joycelyn Elders

È stata nominata Guida Onoraria il 15 maggio 2013 (67 d.H.) per i suoi discorsi a favore della masturbazione, in seguito ai quali ha purtroppo perso il suo lavoro di chirurgo generale negli USA durante l’amministrazione di Bill Clinton. È anche a favore della legalizzazione e della distribuzione di contraccettivi all’interno delle scuole statunitensi. Il suo discorso a favore della masturbazione e del preservativo  

73. Eran Elhaik

È stato nominato Guida Onoraria il 6 luglio 2013 (67 d.H.) per il suo controverso studio genetico a sostegno del fatto che gli ebrei ashkenaziti provenivano dalla Khazaria e non dalla Palestina. Sta sfidando l’opinione di altri genetisti che sostengono che gli ebrei siano geneticamente più simili tra loro che ai loro vicini non ebrei, affermando invece che esista per loro una discendenza mediorientale condivisa.

74. Edward Snowden

È stato nominato Guida Onoraria il 15 luglio 2013 (67 d.H.) per il grande servizio che ha offerto all’umanità quando ha divulgato i dettagli sui programmi di sorveglianza degli Stati Uniti in tutto il mondo. “Snowden è un vero eroe e il mondo ha bisogno di migliaia di persone come lui per assicurarsi un futuro pacifico e libero, in cui il popolo possa essere protetto dal cancro degli onnipotenti governi orwelliani”, ha detto Rael. La sua videointervista

75. Russel Brand

È stato nominato Guida Onoraria il 24 ottobre 2013 (68 d.H.) dal Maitreya Rael per aver lanciato un appello, in occasione di una sua recente intervista, in favore di una rivoluzione mondiale. È un comico, attore, conduttore radiofonico e autore inglese. La sua intervista alla BBC

76. Karen Hudes

È stata nominata Guida Onoraria il primo novembre 2013 (68 d.H.) dal Maitreya Rael per le sue rivelazioni su come l’élite finanziaria domini il mondo. In veste di economista, ha lavorato per otto anni presso l’Export Import Bank degli Stati Uniti e per ventuno anni nel dipartimento legale della Banca Mondiale.

77. Matt Damon

È stato nominato Guida Onoraria il 25 novembre 2013 (68 d.H.) dal Maitreya Rael per aver utilizzato il proprio status di celebre attore americano a favore di importanti cause, quali la possibilità che tutti possano avere accesso all’acqua pulita e all’educazione pubblica. Da sottolineare, il suo discorso a sostegno degli scritti del defunto storico Howard Zinn sulla disobbedienza civile. Il suo discorso “Il problema è l’obbedienza civile“

78. Natan Blanc

È stato insignito del titolo di Guida Onoraria dal Maitreya Rael il 30 luglio 2014 (68 d.H.) perché “questo giovane israeliano è pronto ad andare in prigione per l’ottava volta a causa del suo rifiuto di servire nell’esercito israeliano, che sta occupando terre e compiendo un genocidio”.

79. Ken O’Keefe

È stato insignito del titolo di Guida Onoraria il 19 ottobre 2014 (69 d.H.) È un cittadino e attivista irlandese-palestinese ed ex marine degli Stati Uniti. Ha rinunciato alla cittadinanza statunitense nel 2001. Promuove l’idea che gli Stati Uniti siano il principale terrorista al mondo.

80. Dahlia Wafsi

È stata insignita del titolo di Guida Onoraria il 23 ottobre 2014 (69 d.H.) È un medico iracheno-americano e un’attivista per la pace. Ha tenuto un discorso nell’aprile 2006 indirizzato all’ala progressista del Congresso e intitolato “No Justice, No Peace”. Il suo discorso: “No Justice, No Peace“  

81. Derek Giardina

È stato insignito del titolo di Guida Onoraria il 10 novembre 2014 (69 d.H.) per aver omesso il riferimento a “Dio” mentre recitava il giuramento di fedeltà nella sua scuola negli Stati Uniti. Egli è un perfetto esempio di integrità e di inosservanza delle tradizioni discriminatorie.

82. Dieudonne Mbala Mbala

è stato insignito del titolo di Guida Onoraria il 27 giugno 2015 (69 d.H.) per la sua incessante lotta per la libertà di espressione in Francia. È un comico, attore e attivista politico francese.

83. Kobi Tzafrir

È stato insignito del titolo di Guida Onoraria il 22 ottobre 2015 (70 d.H.) per aver offerto, nel suo ristorante in Israele, il 50% di sconto su ogni piatto di pasta di ceci a ebrei e arabi che si fossero seduti a mangiare allo stesso tavolo. Ha fatto questo in risposta alla crescente intolleranza da parte degli estremisti arabi e israeliani.

84. Ai Wei Wei

È stato insignito del titolo di Guida Onoraria il 26 ottobre 2015 (70 d.H.) per la sua lotta in favore della libertà di espressione. È un famoso artista e attivista cinese. Intervista rilasciata alla BBC “Senza timori o favori”  

85. Robert Mugabe

È stato nominato Guida Onoraria il 27 ottobre 2015 (70 d.H.) dal Maitreya Rael. È presidente dello Zimbabwe dal 1987. Ha ricevuto il “Confucius Peace Prize” il 22 ottobre 2015 e tenta di far rivivere il sogno di Gheddafi.

86. Mark Zuckerberg

È stato nominato Guida Onoraria il 2 dicembre 2015 (70 d.H.) in seguito alla sua decisione di devolvere il 99% delle proprie azioni Facebook (celebre social network) a favore di buone cause, per creare un mondo migliore per la sua figlia neonata. La sua intervista insieme alla moglie

87. Donato Cito

È stato nominato Guida Onoraria dal Maitreya Rael il 6 dicembre 2015 (70 d.H.) per la sua coraggiosa decisione di accogliere i raeliani nel suo ristorante, dopo il rifiuto discriminatorio di un altro luogo e nonostante i pregiudizi dei principali media contro il Movimento Raeliano in Svizzera.

88. Stephen Fry

È stato nominato Guida Onoraria dal Maitreya Rael l’11 marzo 2016 (70 d.H.) Egli è ateo, umanista e nutre simpatia per l’antica fede greca politeista. Ha ripetutamente espresso la propria opposizione nei confronti delle religioni organizzate e ha messo in guardia su come “la mano crudele, ipocrita e senza amore della religione e dell’assolutismo si sia ancora una volta abbattuta sul mondo”. Nel 2009 ha partecipato a un dibattito organizzato da “Intelligence Squared” in cui ha sostenuto che la Chiesa cattolica abbia fatto più male che bene. La forte ma raffinata posizione di Fry contro la Chiesa cattolica ispira rispetto nei suoi confronti. Il suo discorso sulla Chiesa cattolica  

89. Evo Morales

Presidente della Bolivia dal 2006, è stato nominato Guida Onoraria da Rael il 20 maggio 2017 (71 d.H.) per le sue azioni contro l’imperialismo americano e il mega-capitalismo internazionale in Sud America. Considerato il primo presidente del Paese a provenire dalla popolazione indigena, la sua amministrazione si è concentrata sull’attuazione delle politiche di sinistra, sulla riduzione della povertà e sulla lotta all’influenza degli Stati Uniti e delle multinazionali in Bolivia. Morales rappresentava “uno dei leader più popolari al mondo”.

90. Oliver Stone

Questo famoso sceneggiatore, regista e produttore americano è stato nominato Guida Onoraria il 26 giugno 2017 da Rael per la sua esplicita denuncia al bellicismo degli Stati Uniti, durante un suo discorso molto impegnato tenuto durante i Writers Guild Awards del 2017. Oliver Stone parla del bellicismo degli Stati Uniti durante i Writers Guild Awards  

91. Prof. Emmanuel Kabongo Malu e Dott. Theopile Obenga

Il Prof. Emmanuel Kabongo Malu e il Dott. Theopile Obenga sono stati nominati Guide Onorarie il 21 dicembre 2017 dal Maitreya Rael, in veste di accademici africani, per i loro sforzi volti a ristabilire la verità sulla colonizzazione in Africa. Rael ha conferito loro questo titolo dopo aver visto una loro intervista dal titolo “Nessun bianco può dire la verità sulla storia dell’Africa”.

92. Roger Waters

È stato nominato Guida Onoraria il 4 luglio 2018 dal Maitreya Rael per aver chiesto di boicottare Israele durante un suo concerto, tenutosi nel mese di giugno a Parigi. È un celebre cantautore, cantante, bassista e compositore inglese. Nel 1965 è stato co-fondatore della rock band Pink Floyd. Roger Waters ha criticato i suoi colleghi musicisti per aver rifiutato il boicottaggio culturale di Israele.  

93. Nana Akufo-Addo

È stato nominato Guida Onoraria il 15 agosto 2019 dal Maitreya Rael per il suo progetto “Year of Return”, che è in perfetto accordo con il progetto “Back to Kama” lanciato dal Maitreya Rael nel 2009. Esso consiste nel trasferire volontariamente a Kama (Africa) le conoscenze e le ricchezze che le persone di origine africana hanno giustamente accumulato all’estero. Nana Akufo-Addo è presidente del Ghana a partire dal gennaio del 2017.

94. Nicolas Maduro

È stato nominato Guida Onoraria il 28 marzo 2020 dal Maiteya Rael in seguito alla sua incriminazione e dopo che gli Stati Uniti hanno lanciato un appello per la sua cattura. Questo episodio rappresenta è un altro esempio dell’infinito imperialismo americano, che impedisce ai Paesi di vivere secondo le proprie aspirazioni culturali e politiche.

95. Dott.ssa Arikana Chihombori Quao

È stata nominata Guida Onoraria il 30 aprile 2020 dal Maitreya Rael per il suo totale impegno nella lotta per la vera decolonizzazione e lo sviluppo di Kama.