La svastica è un simbolo di pace per milioni di indù, buddisti e anche per i raeliani, perché per loro rappresenta il simbolo dell’infinito nel tempo, il simbolo dell’eternità. Il simbolo della svastica è uno dei più antichi al mondo e lo si può ritrovare nelle religioni e tradizioni di tutti i continenti! Continuare ad associare la svastica ai nazisti serve solo a dare credito alle mostruosità compiute da questo orribile regime. È tempo di riabilitare la svastica!

Il 25 giugno è la Giornata Internazionale della riabilitazione della svastica

La parola svastica deriva dal sanscrito “svastika” (in devanagari स्वस्तिक) e indica qualsiasi oggetto che apporti fortuna o buon auspicio, più in particolare un segno fatto su persone e cose per augurare buona fortuna. È composto dal prefisso “su-” (simile al greco ευ-, “eu-“), che significa “buono, bene” e “asti”, un’astrazione che ha la stessa radice del verbo “essere”. “Svasti” significa quindi “benessere”. Il suffisso “-ka” forma un diminutivo, in tal modo la parola “svastica” può essere tradotta letteralmente come “piccola cosa associata al benessere”.

Il simbolo della svastica è uno dei più antichi al mondo e lo si può ritrovare nelle religioni e tradizioni di tutti i continenti!

La svastica: un antico simbolo ovunque nel mondo

La svastica: un simbolo di pace

Video Preview

La svastica fa anche parte del simbolo raeliano ufficiale, il simbolo dell’infinito.

Svastica

La svastica al centro rappresenta l’infinito nel TEMPO, mentre la stella di Davide rappresenta l’infinito nello spazio. Tutto nell’universo è in perenne trasformazione. Lo spazio e il tempo non hanno né inizio né fine, perché tutto è ciclico a ogni livello.

“Nulla si crea, nulla si distrugge: tutto si trasforma, continuamente”

Per ulteriori informazioni su questo evento nella tua zona, seleziona un Paese: